Istruzione parentale - indicazioni

Data:

martedì, 22 settembre 2020

Argomenti
Comunicato
36.jpg

Circolare 019 Dueville 22 settembre 2020

Ai genitori degli alunni

e p.c. Ai Docenti

Alla segreteria didattica

 

OGGETTO: istruzione parentale - indicazioni

 

L’ istruzione parentale, identificata anche come “scuola familiare”, “scuola paterna”, “istruzione familiare”, “istruzione parentale”, “educazione parentale”, con termini anglosassoni quali homeschooling o home education indica la scelta delle famiglie di provvedere direttamente all’educazione dei figli.

Si riepilogano di seguito i passaggi essenziali legati alla scelta di effettuare l’istruzione familiare:

  1. la scelta di effettuare l’istruzione familiare può essere effettuata in qualsiasi momento dell’anno scolastico e va ripetuta ogni anno;

  2. la comunicazione di tale scelta va inoltrata alla scuola cui l’alunno è iscritto o avrebbe dovuto iscriversi in relazione alla sua residenza;

  3. dal momento in cui la nostra scuola riceve la comunicazione diventa scuola “vigilante" sull’adempimento dell’obbligo e invia apposita comunicazione al Comune;

  4. i tutori, tramite un’istanza, chiedono che il proprio figlio sostenga un esame di idoneità presso una scuola statale o paritaria autorizzata  entro il 30 aprile (solo per l’esame di Stato di terza secondaria di primo grado entro il 20 marzo). Nel caso in cui l’istanza venga inviata in un’altra scuola, i tutori sono tenuti a comunicarlo al nostro Istituto. Allo stesso modo dovranno comunicare l’esito degli esami sostenuti.

Si precisa che:

  • L’alunno in istruzione parentale non è più iscritto nell’Istituto.

  • La commissione per l’esame di idoneità a classi della scuola primaria o alla classe del primo anno della scuola secondaria di primo grado è composta da due docenti designati dal dirigente scolastico. La commissione per l’esame di idoneità alle classi seconda e terza della scuola secondaria di primo grado, presieduta dal dirigente scolastico o da suo delegato, è composta da un numero di docenti corrispondente al consiglio di classe tipo della scuola, designati dal dirigente scolastico. Le prove si svolgono in una sessione unica nel mese di giugno, salvo diverse indicazioni ministeriali, e vertono sui piani di studio delle classi per le quali i candidati non siano in possesso di promozione o di idoneità.

  • L’esame di idoneità alle classi della scuola primaria e alla prima classe della scuola secondaria di I grado consiste in due prove scritte, riguardanti, rispettivamente l’area linguistica e l’area matematica ed in un colloquio inteso ad accertare l’idoneità dell’alunno alla frequenza della classe per la quale sostiene l’esame.

  • L’esame di idoneità alle classi seconda e terza della scuola secondaria di I grado consiste nelle prove scritte di italiano, di matematica e della prima lingua comunitaria adottata dalla scuola sede di esame, nonchè in un colloquio pluridisciplinare su tutte le materie di studio.

  • La valutazione delle prove è effettuata collegialmente dalle commissioni con l’attribuzione, a maggioranza, di voti numerici espressi in decimi. L’esame è superato se il candidato ottiene almeno sei/decimi in ogni prova d’esame.

  • I candidati il cui esame abbia avuto esito negativo, possono essere ammessi a frequentare altra classe inferiore, a giudizio della commissione esaminatrice.

  • Se si ha intenzione di far sostenere l’esame presso il nostro Istituto, per la preparazione dell’alunno si consiglia di far riferimento al sito tematico curricoli (Menu in alto/Siti tematici/curricoli) dove sono esplicitati i traguardi di competenza di ciascuna disciplina per ogni anno di corso. Rispetto ad essi, la famiglia potrà modulare l’attività didattica di cui si è resa responsabile attraverso la libera scelta d’istruzione effettuata.

 

Distinti saluti

 

IL DIRIGENTE

 

Documenti

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi e analytics per analizzare il traffico.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Dettagli dei cookies