Gestione dei contatti di casi COVID-19 all’interno delle scuole

Data:

domenica, 19 settembre 2021

Argomenti
Notizia
rules-1752415_640.jpg

Si riportano nel modo più schematico possibile le procedure previste in caso di individuazione di un caso positivo in una classe/sezione sulla base delle indicazioni della Regione Veneto LINEE DI INDIRIZZO Gestione dei contatti di casi di COVID-19 all’interno delle Scuole e dei Servizi per i minori Rev. 04 - Giugno 2021 pubblicate nella sezione “Emergenza Covid” del sito web, cui si rimanda per ulteriori approfondimenti.

VALUTAZIONE DEL RISCHIO

I test di screening sono da effettuarsi appena possibile, indicativamente entro le 48 ore dalla comunicazione della scuola o del Servizio educativo per i minori o comunque nei tempi più opportuni sulla base della valutazione specifica, e successivamente a distanza di 10 giorni. I test di screening sono rivolti prioritariamente a tutti i minori e gli operatori appartenenti al gruppo in cui si è verificato il caso e, sulla base della valutazione specifica del SISP, ad eventuali altri soggetti in caso di attività di intersezione a possibile rischio.

La presenza di più di un caso all’interno di un gruppo, a prescindere dall’età dei minori appartenenti al gruppo, deve essere considerata un segnale di diffusione virale in tale contesto e conseguentemente determinare provvedimenti di quarantena per tutti i contatti appartenenti al gruppo (minori ed operatori coinvolti) al fine di limitare la circolazione virale. Tale situazione richiede una rivalutazione del rischio da parte del SISP in merito ai soggetti coinvolti, allargando il cerchio di indagine.

Inoltre, indipendentemente dall’esito del test iniziale devono essere ricercati i contatti in funzione del rischio. Si riportano, a titolo di esempio non esaustivo e soggette comunque alla valutazione degli operatori di sanità pubblica, delle possibili situazioni nel contesto dei servizi per i minori.

 

Contatti ad “alto rischio”

Contatti a “basso rischio”

Esempi:

Per i Servizi rivolti ai minori <6 anni, tutti i soggetti (minore o operatore) appartenenti allo stesso gruppo, in considerazione dell’età e del difficile rispetto delle misure preventive (es. non utilizzo della mascherina);

● Per i Servizi rivolti ai minori >6 anni, i soggetti frequentanti lo stesso gruppo in caso di mancato utilizzo di idonei DPI, prestando particolare attenzione alle attività eventualmente svolte in ambiente chiuso;

● Soggetto che ha avuto contatto diretto (faccia a faccia), a distanza <2 metri e di almeno 15 minuti con un caso positivo confermato durante l’attività ludico-ricreativa o sportiva (è opportuno prestare particolare attenzione in caso di sport da contatto);

● Soggetto che ha utilizzato lo stesso mezzo di trasporto entro due posti in qualsiasi direzione rispetto ad un caso positivo confermato (es. gite);

● Soggetto che ha consumato un pasto in prossimità di un caso positivo confermato, in particolare in assenza di barriere e in ambiente chiuso.

● Soggetto che ha svolto altre attività di intersezione che, sulla base della valutazione di competenza del SISP, siano risultate a rischio.

Esempi:

● Soggetto che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso positivo confermato a distanza <2 metri e per meno di 15 minuti;

● Soggetto che si è trovato in un ambiente chiuso (ambiente ludico-ricreativo o centro sportivo) con un caso positivo confermato per meno di 15 minuti;

● Educatore/operatore che abbia avuto un contatto diretto con un caso positivo confermato in attesa di intervento dei genitori/tutori, provvisto di DPI raccomandati;

● Eventuali soggetti che hanno utilizzato lo stesso mezzo di trasporto del caso positivo confermato, non rientrante nella definizione di contatto ad “alto rischio”, in base alla permanenza sul mezzo.

 

L'Operatore di Sanità Pubblica, sulla base di valutazioni individuali del rischio, può ritenere che alcune persone, a prescindere dalla durata e dal setting in cui è avvenuto il contatto, abbiano avuto un'esposizione ad alto rischio.

Scuole dell’infanzia

Per tali Servizi, considerate le specifiche caratteristiche, minori e operatori appartenenti al gruppo/classe sono considerati come contatti ad alto rischio.

Scuola

  1. sospende l’attività per il gruppo (bambini e operatori) a cui appartiene il caso positivo riscontrato, anche in attesa della comunicazione del SISP;
  2. comunica tempestivamente al SISP l’elenco dei nominativi e recapiti telefonici degli operatori/educatori e di coloro che esercitino la responsabilità genitoriale degli appartenenti al gruppo
  3. una volta ricevute le comunicazioni del SISP, si occupa di trasmettere le stesse ai genitori e agli operatori.

Servizio di Igiene e  sanità Pubblica

  1. provvede alla disposizione formale di quarantena per i minori e gli operatori/educatori appartenenti al gruppo, anche in presenza di un singolo caso;
  2.  programma i test di inizio e fine quarantena (durata della quarantena: 10 giorni dall’ultimo contatto avuto con il caso positivo);
  3. invia agli interessati la documentazione relativa ai provvedimenti e alla programmazione dei test.

 

Scuole primarie e secondaria

 

Scuola

  1. in presenza di un solo caso, sospende l’attività in presenza per il gruppo di minori a cui appartiene il caso positivo, fino ad effettuazione e refertazione dei test programmati dal SISP;
  2. in presenza di due casi nello stesso gruppo, sospende l’attività in presenza per il gruppo (minori ed operatori coinvolti) a cui appartengono i casi positivi riscontrati per l’intera durata del periodo di sorveglianza, restando in ogni caso in attesa delle indicazioni del SISP;
  3. comunica tempestivamente al SISP l’elenco dei nominativi e recapiti telefonici dei minori ed operatori/educatori appartenenti al gruppo;
  4. una volta ricevute le comunicazioni del SISP si occupa di trasmettere le stesse ai genitori e agli operatori.

Servizio di Igiene e  sanità Pubblica

  1. Indaga, in collaborazione con il Referente COVID-19 della Scuola e Servizi per minori, l’attività svolta, le caratteristiche e la durata della stessa, considerando i diversi elementi utili ai fini dell’indagine epidemiologica;
  2. effettua l’indagine epidemiologica e, sulla base delle valutazioni di competenza, individua tra i minori e tra gli operatori/educatori, i contatti a basso e ad alto rischio;
  3. programma i test di screening iniziale, appena possibile, indicativamente entro le 48 ore o comunque nei tempi più opportuni sulla base della valutazione specifica;
  4. per i contatti ad alto rischio identificati provvede in ogni caso a: a. disporre formale quarantena;
  5. programmare i test di fine quarantena (durata della quarantena: 10 giorni dall’ultimo contatto avuto con il caso positivo);
  6. per i contatti a basso rischio identificati, in presenza di un solo caso nello stesso gruppo, provvede a:
    1. comunicare il proseguimento delle attività in presenza. Nel caso il SISP ravvisi che, nella situazione specifica, non possano essere rispettate le principali raccomandazioni per il mantenimento dell’attività in presenza  per massima cautela può valutare provvedimenti aggiuntivi;
    2. programmare i test di screening di fine periodo di sorveglianza (durata del periodo di sorveglianza: 10 giorni dall’ultimo contatto con il positivo);
    3. Invia agli interessati la documentazione relativa ai provvedimenti contumaciali e alla programmazione dei test.

Rifiuto ad essere sottoposto al test per SARS-CoV-2

Nell’eventualità di un rifiuto ad essere sottoposto al test di screening, il minore/educatore/operatore per massima cautela dovrà osservare:

  • un periodo di quarantena della durata totale di 14 giorni se identificato come contatto ad alto rischio,
  • la sospensione dell'attività in presenza della durata totale di 14 giorni se identificato come contatto a basso rischio.

La riammissione all’eventuale attività è comunque subordinata all’assenza di sintomatologia sospetta per COVID-19. Nei casi in cui non fosse possibile ottenere una descrizione esaustiva della situazione epidemiologica del gruppo, ad esempio per la mancata effettuazione (es. rifiuto) dei test di inizio sorveglianza di una parte dei contatti, il SISP, oltre a porre in quarantena i contatti ad alto rischio senza test di screening, valuterà le strategie più opportune per la tutela della salute pubblica, inclusa la possibilità di disporre la quarantena per tutti i contatti a basso rischio individuati (a prescindere dal loro esito al test di screening).

Conviventi/genitori di un “contatto presso il servizio per minori”

Ferma restando l'importanza di un corretto isolamento intra-familiare, per i conviventi/genitori di soggetti individuati come “contatto presso il Servizio per minori” di un caso positivo non è prevista quarantena né esecuzione di test diagnostico, a meno che il “contatto presso il Servizio per minori” non risulti a sua volta positivo. Il SISP, anche in collaborazione con il Medico curante, informa circa le misure igienico-sanitarie e comportamentali da adottare durante il periodo di quarantena del “contatto presso il Servizio per minori”.

Disposizioni organizzative dell’Istituto

Le comunicazioni sono trasmesse ai genitori attraverso la posta elettronica. Si chiede di controllare i dati di contatto nel registro elettronico REGEL: fare click sul proprio nome in alto a destra/Profilo personale). In caso di dati errati o mancanti, darne tempestiva comunicazione a segreteriadidattica@icdueville.it .

Si chiede la collaborazione dei rappresentanti di classe favorendo la circolazione delle comunicazioni ufficiali ed evitando comunicazioni che ingenerino allarmismo, preoccupazione, timori e pretese lesive della privacy.

Invito tutti ad assumere la consapevolezza di quanto sia necessario il rispetto di informazioni personali che riguardano lo stato di salute di alunni e personale e la cooperazione nella gestione fondata sulla razionalità e sui protocolli disposti e non sull’emotività, pur comprensibile, delle situazioni contingenti.

Ribadisco la necessità della collaborazione di tutti:

Documenti

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi e analytics per analizzare il traffico.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Dettagli dei cookies