Indicazioni per la segnalazione di positività o quarantena di un alunno o di un dipendente e per la riammissione a scuola, rientro dall’estero

Si indicano le procedure da seguire da parte delle famiglie degli alunni e da parte del personale scolastico per segnalare eventuali casi di contagio o quarantena, per essere ammessi nella comunità scolastica a seguito di assenza da scuola e in caso di rientro dall'estero.

Segnalazioni di positività e/o quarantena

Per attivare il dipartimento di prevenzione rispetto ad eventuali casi che potrebbero interessare i membri della comunità scolastica è importante comunicare alla scuola:

I moduli NON VANNO utilizzati per le assenze in caso di sospetto COVID ma solo per le situazioni accertate di positività o di quarantena cautelare (contatto stretto con POSITIVO accertato da tampone molecolare o rapido, NO tamponi fatti in casa).

I dati forniti saranno conservati e trattati secondo la normativa sulla Privacy e per finalità connesse alla gestione del rischio Covid-19 nell'Istituto, in conformità alla normativa e alle indicazioni ministeriali e regionali vigenti.

I moduli vanno utilizzati:

  • Dal genitore dell'alunno per segnalare la situazione del proprio figlio.
  • Da un dipendente per segnalare la propria situazione (è comunque necessario contattare la segreteria amministrativa per la gestione dell'assenza dal lavoro).

Se i docenti dovessero ricevere la comunicazione direttamente dal genitore dell'alunno/o devono invitare gli stessi a compilare il modulo o, in caso di mancanza di strumenti, a contattare telefonicamente la segreteria.

Documenti da presentare a scuola per il rientro dopo le assenze

Il “diritto allo studio” viene dopo il “diritto alla salute”, pertanto per la sicurezza di tutti è necessario impegnarsi per ottenere e consegnare la documentazione prevista senza pretese di deroghe.

Rientro dopo la quarantena scolastica

Al rientro della quarantena scolastica è necessario presentare direttamente alla Scuola:

  • il referto di negatività del test eseguito nei tempi stabiliti dall’ASL e indicati nell’attestazione di inizio quarantena. ESITO TAMPONE NEGATIVO
  • Qualora l’interessato non si è sottoposto al tampone, dovrà osservare una quarantena di 14 giorni, dall'ultimo contatto con il caso positivo. In queste situazioni il rientro a scuola potrà poi avvenire su presentazione di un'autodichiarazione del genitore che attesterà il rispetto della tempistica e la totale assenza di sintomatologia durante tutto il periodo della quarantena.

 

RIENTRO IN PRESENZA AL TERMINE DELLA QUARANTENA PER UN CONTATTO EXTRASCOLASTICO

Per il rientro in presenza è necessario e sufficiente presentare: • Esito negativo del tampone di fine quarantena

RIENTRO IN PRESENZA DI UN SOGGETTO GUARITO DAL COVID-19

Per il rientro in presenza è necessario e sufficiente presentare con UNA delle seguenti modalità:

 

In situazioni di convivenza con casi ancora positivi, la possibilità di essere riammessi nella comunità scolastica deve essere valutata con estrema attenzione con il proprio medico o con il SISP.

Per le altre assenze è sufficiente utilizzare la modulistica del diario. Le presenti indicazioni sono fornite secondo le ultime indicazioni regionali vigenti.

Rientro dall'estero

Tutti i membri della comunità scolastica che dovessero rientrare dall'estero devono seguire le indicazioni contenute in  questa pagina  dell'ULSS N. 8 “BERICA (https://www.aulss8.veneto.it/pagina.php/1029#2). La pagina è in costante aggiornamento.

 

 

Regione Veneto FLOW CHART 1 R.pdf 

Regione Veneto FLOW CHART 2.pdf 

Infanzia_Modulistica_assenze.pdf 

 

[1] L’isolamento dei casi di documentata infezione da SARS-CoV-2 si riferisce alla separazione delle persone infette dal resto della comunità per la durata del periodo di contagiosità, in ambiente e condizioni tali da prevenire la trasmissione dell’infezione.

[2] La quarantena si riferisce alla restrizione dei movimenti di persone sane per la durata del periodo di incubazione, ma che potrebbero essere state esposte ad un agente infettivo o ad una malattia contagiosa, con l’obiettivo di monitorare l’eventuale comparsa di sintomi e identificare tempestivamente nuovi casi.